< logo
          ESTUARIO NOSTRO
          
                                                   Associazione per la tutela del patrimonio naturale, storico nella laguna di Venezia




laguna


associazione

chi siamo

le nostre campagne

la storia

partecipare all'associazione

notizie

spazio aperto   (novitÓ)



LEONE MARCIANO



leone


- All’ex Ospedale al Mare il leone non c’e’ pi¨ ! -Abbiamo avuto notizia dalla stampa che l’effigie marmorea e’ stata rimossa dall’ U.L.S.S. 12 che sembra esserne la legittima proprietaria.  -Malgrado la favorevole accoglienza espressa dagli assessori Zanella,Rumiz,Salvadori e dal Presidente della MunicipalitÓ Gusso alla proposta di spostare il leone in piazzetta Lepanto fatta a suo tempo  da  “Estuario Nostro”, nessun rappresentante delle Istituzioni cittadine ha pensato di metterne al corrente l’ U.L.S.S. 12  che sembra esserne il legittimo proprietario-
-Abbiamo chiesto spiegazioni alla Soprintendenza ai Monumenti di Venezia che ha posto,a suo tempo, un vincolo sull’intera area ospedaliera,vincolo che non consente alcuna manomissione senza l’autorizzazione della Soprintendenza stessa.- La risposta che abbiamo avuto ci e’ sembrata francamente incredibile: il vincolo sul leone marciano era stato tolto prima che la statua fosse spostata  ma non era chiaro dove fosse il leone e chi l’avesse portato via.

da: La Nuova Venezia




lettera
 

Al Presidente Municipalita’ Lido e Pellestrina
Giovanni Gusso
Via Sandro Gallo 32 
Lido di Venezia
OGGETTO:  LEONE MARCIANO DELL’EX OSPEDALE AL MARE

-Nel dare riscontro alla lettera inviata dall’arch.  Renata Codello con la quale la Soprintendente ai Monumenti comunica ufficialmente l’asporto del leone marciano dall’area dell’ex Ospedale al Mare dov’era collocato, esprimo il  vivo disappunto dell’Associazione che presiedo e mio personale.
-Stupisce che la Soprintendente autorizzi ora lo spostamento dell’effige marmorea quando il leone e’ gia’ stato rimosso da un ente  (che “fonti di stampa” individuano nell’ULSS 12 veneziana) per  provvedere a non meglio specificate “opere di manutenzione”.
-L’arch. Codello bene rammenta che: “…ogni spostamento di beni culturali deve essere autorizzato dalla Soprintendenza.”- E il leone marciano e’ un bene culturale situato in un’area coperta da vincolo posto dalla stessa Soprintendenza che pare non abbia concesso alcuna autorizzazione al suo spostamento.
-Mi aspetto  venga fatta piena luce su  questo vero e proprio blitz e che la volonta’ degli abitanti del Lido sia rispettata:venga installato il leone marciano in piazzetta Lepanto,ed al piu’ presto.

                                                                                 Arch.Arrigo Battistini
                                                                        Presidente di “ESTUARIO NOSTRO”


                                            leo